Cannes, (TMNews) - Un'America in bianco e nero popolata da un'umanità a colori. "Nebraska", il road movie del regista e sceneggiatore Alexander Payne in concorso a Cannes, racconta di un lungo viaggio di padre e figlio attraverso la provincia americana."Io provo a fare film anni 70 - spiega il regista - Ero un teenager ad Omaha guardavo i film e dicevo: 'voglio provare a fare questo un giorno'. Poi sono arrivato qui e tutto è cambiato. Quello che era considerato un tipico film commerciale narrativo americano ora è considerato un film d'arte. E sto ancora cercando di fare quel genere di film".E così Payne continua a tornare e indagare più a fondo lo stesso tema che lo affascina da anni, il viaggio, già affrontato in "A proposito di Schmidt" e "Sideways - in viaggio con Jack". Questa volta però lo fa in un bianco e nero affascinate. "Mi sembrava giusto così - ha commentato - è il colore delle grandi foto d'arte".(Immagini Afp)