Roma (TMNews) - A 20 anni dal suo assassinio don Giuseppe Diana torna in tv con il volto di Alessandro Preziosi nella fiction "Per amore del mio popolo. Don Diana". Nel film tv si ricorda la sua storia, il suo impegno per la legalità, il tentativo di sottrarre i giovani alla camorra di Casal di Principe, che lo uccise il 19 marzo 1994. "E' stata un'esperienza umana, personale, dialettica, filologica, sociale importante, per averlo girato lì, per aver avuto tanti colleghi straordinari, per aver recitato nella mia lingua, per aver vissuto sulla mia pelle con grande sforzo certe emozioni difficili da controllare e da ripetere" ha affermato Preziosi.Per Preziosi oltre al coraggio don Diana aveva un'altra grandissima dote: "La sua esuberanza, il suo voler essere sempre dalla parte del sorriso. Questo prete così esuberante credo che avesse nella sua vitalità la sua caratteristica più importante e contagiosa" ha affermato l'attore.La fiction diretta da Antonio Frazzi è stata girata proprio a Casal di Principe e per l'interprete è un esempio concreto di impegno civile."Mi ha toccato molto il fatto di poter essere un veicolo. - ha detto - Molto spesso questo essere filtri di un'opera, a teatro o al cinema, o di un personaggio veramente esistito o di un classico, rimane sempre un po' campata in aria. Invece in questo caso ho sentito dal primo momento la forza di fare qualcosa per gli altri e di fare al massimo il mio lavoro di attore".