Roma (TMNews) - Il padre della pop art arriva a Roma con la mostra "Warhol", a Palazzo Cipolla fino al 28 settembre, che raccoglie 150 opere provenienti dalla collezione di Peter Brant, grande amico dell'artista. Le opere esposte coprono tutto il percorso artistico di Warhol: dalle illustrazioni e i disegni pubblicitari degli anni '50, ai ritratti di Elisabeth Taylor e Marylin, dalle celebri lattine della Campbell, ai fiori, ai ritratti di Mao. La serie "L'ultima cena", del 1986, chiude il percorso della mostra. L'esposizione era già stata ospitata a Palazzo Reale a Milano, dove ha avuto 225.000 visitatori. Il curatore Francesco Bonami ha spiegato: "Andy Warhol dice che non c'è nulla nell'arte che uno non possa capire, è un artista che pur avendo lavorato negli anni Sessanta è ancora molto fresco: ci sono opere che potrebbero essere state fatte ieri da un giovane artista contemporaneo. Questo credo renda accessibile al pubblico quest'idea".Una vastissima galleria di Polaroid scattate da Warhol riporta alla luce un'intera epoca della storia americana, i cui volti erano quelli di Liza Minnelli, Jane Fonda, Joan Collins, Sylvester Stallone, Donna Summer, Truman Capote, Mick Jagger, Jimmy Carter. Mentre alla conclusione del percorso espositivo i visitatori possono rivivere attraverso dei video la vita nella sua celebre Factory, circondato da Lou Reed, Nico, e dalla sua musa Edie Sedgwick.