Roma, 10 apr. (askanews) - Un uomo a volto coperto cade dalla motocicletta e poco dopo la due-ruote gli viene rubata da un rasta a petto nudo. Non è una comune scena di violenza a Kampala, la capitale ugandese, ma un film d'azione intitolato "Operation Kakongoliro", che uscirà entro il 2015 grazie alla Ramon film production.Pellicole girate a budget zero che poi il cast e la produzione vendono porta a porta. Non è certo Hollywood, o la crescente "Nollywood" della Nigeria, ma dopo ben 46 film in nove anni, il regista Isaac Nabwana, proprietario della Ramon Film Production, prima casa di produzione di film d'azione ugandese, ha buone speranze di entrare nell'industria cinematografica locale.Il set è un terreno a Wakaliga, una baraccopoli a Kampala, già ribattezzata "Wakaliwood". Il regista è cresciuto qui, ascoltando le descrizioni dei film che erano stati visti dai fratelli più grandi. "I miei fratelli più grandi andavano al cinema e quando tornavano a casa mi raccontavano le storie dei film che avevano visto. Mi piacevano Bud Spencer, era uno degli attori di quel periodo, Wang Liu e Bruce Lee".Per quanto "Wakaliwood" sia ormai un successo conosciuto in tutto il paese, i budget restano bassi. Le attrezzature sceniche vengono così improvvisate: con una padella e un tubo di plastica si crea un lanciarazzi o con un profilattico pieno di vernice rossa escono fuori scene di morte esplicite. L'attore Dauda Bisaso: "Alle volte alla Ramon Film Production mancano cose come una pistola o un'arma. Posso usare granate giocattolo, ma durante le riprese diventano reali".(immagini Afp)