Roma, (askanews) - Un'incredibile storia vera, di forza, eroismo e coraggio. Arriva al cinema "Unbroken", il secondo film da regista di Angelina Jolie che lo ha anche prodotto, l'avventura umana di un ragazzo che non ha mai smesso di lottare e ha affrontato sfide impossibili nella sua vita, Louis "Louie" Zamperini.Zamperini, che sullo schermo è Jack O'Connell, combatte fin da piccolissimo: campione nella corsa, partecipa alle Olimpiadi di Berlino e incanta l'America. Poi arriva la guerra e Louie sopravvive a un disastroso incidente aereo insieme ad altri due membri dell'equipaggio e resta su una zattera alla deriva nel Pacifico per 47 giorni, lottando contro squali, fame, sete e mare in tempesta. Catturato poi dalla Marina giapponese, viene spedito in un campo di prigionia, dove subisce soprusi e torture fisiche, non perdendo però mai la speranza e accrescendo sempre di più la sua fede.Angelina Jolie, che lo ha incontrato, ne è rimasta affascinata e ha voluto fortemente raccontare la sua storia già descritta nel libro di Laura Hillenbrand. Figlio di immigrati italiani, sempre determinato, Zamperini è stato per molti un esempio. A 81 anni ha realizzato il suo sogno di tornare in Giappone per le Olimpiadi come tedoforo e nonostante i due anni atroci di prigionia, ha perdonato i suoi aguzzini. La sua scomparsa a 97 anni, a pochi mesi dall'uscita del film ha toccato tutti, in particolare la Jolie. "E' una perdita impossibile da descrivere - ha detto l'attrice -. Gli siamo tutti molto grati, averlo conosciuto ha arricchito le nostre vite. Ci mancherà tantissimo".