Milano, (TMNews) - A 20 anni dall'ultimo disco da solista, Roby Facchinetti approfitta della pausa con i Pooh e torna con "Ma che vita la mia", il suo terzo album di inediti (Carosello Records) che racconta una vita all'insegna della passione per la musica."Una vita molto intensa e bella, vissuta, non mi sono mai annoiato - ha detto - Non ho mai mollato. La scuola dei Pooh mi ha insegnato questo, non mollare mai. Pensavo di avere ancora delle cose da dire, ma molto personali". I brani dell'album sono nati dalla collaborazione con Valerio Negrini, fondatore e storico paroliere dei Pooh, scomparso un anno fa. A lui è dedicata "Poeta". "Ho avuto mille ragioni in più per fare questo lavoro con più passione e più voglia senza lasciare nulla di intentato. Con grande fatica siamo riusciti a dare ad ogni brano un suono particolare". Il disco spazia dal rock sinfonico di "Haziel", brano strumentale, alla canzone pop e d'amore alla poesia di "Gocce nel mare". Il primo singolo è "Un mondo che non c'è". "In questo momento sognare un mondo diverso emigliore può essere un'ancora di salvezza senza dimenticare che se vogliamo cambiare il mondo in meglio dobbiamo essere noi a cambiare. Oggi è molto difficile ipotizzare un futuro da quo a domani, ma dobbiamo reinventarci un nuovo futuro, soprattutto per i giovani". Dopo l'in-store tour Roby Facchinetti presenta l'album dal vivo con quattro concerti: il 10 maggio a Bergamo, il 13 a Roma, il 16 a Brescia e il 18 a Milano.