Roma (TMNews) - Un avvocato milanese con pochi scrupoli, interpretato da Claudio Bisio, che con la crisi vede il suo mondo sgretolarsi. E' il racconto che fa Francesco Patierno nel film "La gente che sta bene", dove Margherita Buy interpreta la moglie e Abatantuono è un avvocato-squalo nella Milano dove l'economia vacilla. "Questa non è la gente che sta bene, questa è la gente che fa star male la gente.... Se tu non sei proprio il prototipo del cattivo, in qualche modo permea tutto il disagio, il malessere. Solo i veri cattivi assoluti riescono a restarne fuori, lui non è così cattivo".Al regista interessava raccontare questi personaggi che quando perdono certezze diventano goffi."Mi interessava scoprirne le fragilità, cioè denudare queste persone che girano con una corazza e con un'armatura molto forte, difficilmente penetrabile, e il cinema ti permette di squarciarla".La cosa che è piaciuta agli attori è la commistione tra dramma e commedia. "C'è un po' di cinismo e anche una comicità involontaria, ammesso che arrivi, io me lo auguro"."Le scene che facciamo noi insieme sono molto forti e alcune fanno molto ridere, credo..... Il cinismo è esasperato a un punto tale che quando lui è cinico e io sono ancora più cinico e veniamo messi a contatto, c'è un'esplosione di risate. E' una risata contenuta, però è divertente".