Roma (TMNews) - E' soprattutto merito di Woody Allen se la 25enne Laura Halilovic è diventata regista con il film "Io rom romantica", nei cinema dal 24 luglio. Nata a Torino da una famiglia rom originaria della Bosnia-Erzegovina, Halilovic nel suo primo film racconta in qualche modo la sua storia: quella di una ragazza nata e cresciuta in Italia, che vive in una casa popolare alla periferia di Torino, legata alla propria famiglia ma in lotta con le sue tradizioni, che quando vede per la prima volta "Manhattan" di Allen capisce che vuole diventare regista.La protagonista del film si chiama Gioia, interpretata dalla giovane Claudia Ruza Djordjevic, ha diciotto anni ma con grande disappunto di suo padre non accetta di sposarsi con un ragazzo rom con un matrimonio combinato. Gioia porta i pantaloni invece che le gonne lunghe, ha un'amica italiana molto civetta, e sogna il cinema e l'emancipazione. Il suo mondo è a metà tra quello degli italiani che non la accettano perché la considerano semplicemente "zingara", e quello tradizionale della sua gente, dove la famiglia viene prima di tutto e la donna è destinata soprattutto ad avere dei figli.Il film racconta in chiave di commedia lo scontro fra due culture, e un popolo, quello rom, che raramente viene raccontato al cinema.