Roma (Askanews) - Niente più giochi e due donne che guidano la battaglia contro l'oppressore: si cambiano scenari e la guerra diventa una cosa seria nel nuovo film della saga "Hunger Games", "Il canto della rivolta - parte I", diretto da Francis Lawrence, nella sale dal 20 novembre. L'attesa per le nuove avventure dell eroina Katniss-Jennifer Lawrence sono altissime, dopo che il precedente film, "La ragazza di fuoco", aveva incassato circa 865 milioni di dollari. Nella terza pellicola tratta dalla saga scritta da Suzanne Collins, Katniss si ritrova nel distretto 13 della semidistrutta nazione di Panem, nei cui sotterranei si nasconde la base dei ribelli che si stanno riorganizzando contro il tirannico presidente di Capitol City, interpretato da Donald Sutherland. Sarà la presidente del distretto 13, una volitiva e inflessibile Julianne Moore, a convincere Katniss a incitare tutti i sopravvissuti a ribellarsi al despota.Le due donne, seppur diverse e diffidenti una verso l'altra, trasformano il film in un gioco di astuzia, di strategia e di coraggio, mentre parallelamente prosegue il filone sentimentale, con l'eroina principale che sogna solo di salvare il suo adorato Peeta, prigioniero del tiranno. Per sapere chi la spunterà, però, bisognerà aspettare un altro anno: l'ultimo film della saga, che è già stato girato, arriverà nei cinema di tutto il mondo il 20 novembre 2015.