Roma (askanews) - Si apre con l'arresto di Mario Chiesa e tra realtà e finzione ripercorre tutti i fatti salienti legati a Tangentopoli "1992", la serie in dieci puntate in onda dal 24 marzo su Sky Atlantic. La serie diretta da Giuseppe Gagliardi nasce da un' idea di Stefano Accorsi, che è anche uno dei protagonisti: "Il desiderio nasce dal voler vedere un periodo della nostra storia mai rappresentato finora in televisione o al cinema e di raccontare chi ha fatto la storia degli ultimi 20 anni". In "1992" personaggi immaginari si mescolano con i reali protagonisti dell'epoca, interpretati da attori: da Di Pietro a Davigo, da Falcone a Bossi. Il terremoto politico generato dall'inchiesta si intreccia con la storia di sei persone, toccate in qualche modo dalle vicende giudiziarie: un pubblicitario scaltro (Accorsi), due poliziotti, interpretati da Domenico Diele e Alesandro Roja, la figlia viziata di un ricco industriale (Tea Falco), una showgirl pronta a tutto (Miriam Leone), un ex militare catapultato nella politica con la Lega Nord (Guido Caprino). Le storie di corruzione sono protagoniste anche delle cronache di oggi, ma raccontare quell'anno per Accorsi è importantissimo: "Se penso ad allora la grande differenza rispetto ad oggi è che era la prima grande inchiesta contro la corruzione nel mondo politico, che per chi la guardava c'era un senso di sorpresa enorme che noi oggi diamo quasi per scontato". Oggi gli italiani sembrano assuefatti alla corruzione, sempre più diffusa. "Credo ci voglia veramente una continuità politica di un certo tipo per cambiare una mentalità o un malcostume"La serie andrà in onda in contemporanea anche in Inghilterra e Germania, mentre si stanno ultimando le trattative per la trasmissione negli Stati Uniti e in Canada. Intanto la casa produttrice Wildside ha già in cantiere le serie su 1993 e 1994.