Firenze, (askanews) - Una guida fuori dagli schemi: 111 luoghi per conoscere meglio Firenze. Le autrici, Giulia Castelli Gattinara e Silvia Verin, propongono passeggiate ed itinerari per esplorare la città. Dettagli curiosi come le buche del vino o le targhe dell'alluvione del 66; ma anche posti tutti da riscoprire come i magnifici archivi dei Fratelli Alinari, tra lastre di vetro di fine Ottocento e cataloghi di valore inestimabile. Giulia Castelli Gattinara: "Firenze è talmente bella che si pensa sempre all'arte, ai grandi palazzi, e in questa guida insolita abbiamo voluto mettere un'altra forma d'arte, un'altra inquadratura che è quella delle origini della fotografia."

Si parte alla scoperta delle curiosità della storia fiorentina, come accade in Piazza Strozzi: "C'era un tale chiasso e talmente tante bancarelle che nel Settecento è stato emesso un editto, di cui la targa è un'espressione, in cui si dice che i cocomerai, i fruttaioli o i venditori di stracci di ogni sorta di mercato non avranno più sede qui" spiega l'autrice.

Enigmi, folklore e capolavori. Dalla finestra sempre aperta dell'Annunziata che cela una antica storia d'amore, ai segreti del Perseo di Cellini con l'autoritratto nascosto dell'artista, un viaggio che non finisce mai di stupire.