Milano, (TMNews) - Performance perfetta o solo registrata? Gli Stati Uniti si interrogano sull'esibizione di Beyoncé, che ha cantato l'inno nazionale nella cerimonia di insediamento di Obama alla Casa Bianca. A far sorgere i dubbi sull'esecuzione di "The Stars-Spangler Banner" è stata la stessa orchestra della Marina che ha accompagnato la cantante: un portavoce ha dichiarato che è stata usata una versione registrata dell'Inno, secondo la procedura standard, ma poi ha smentito. La Cnn ha intervistato Bob Goldstein, proprietario della compagnia che ha fornito l'attrezzatura audio alla cerimonia: lui non prende posizione."Penso che sia Beyoncé a dover chiarire cosa è successo, penso stia a lei dire se vuole affrontare il discorso".Goldstein ci tiene a precisare che gli altri due cantanti che si sono esibiti per l'occasione, Kelly Clarkson e James Taylor, erano sicuramente dal vivo. "Vi posso dire che gli altri due hanno cantato dal vivo, ma non posso dirvi di Beyoncé perchè è diventato un caso". Un responsabile della cerimonia, che vuole restare anonimo, aggiunge un tassello alla vicenda: la cantante ha deciso di mandare una registrazione la sera prima, dice, perchè non aveva il tempo di provare con l'orchestra. Nessuna presa di posizione ufficiale dalle autorità."Non credo di aver afferrato tutti gli aspetti contraddittori della vicenda" ha commentato l'addetto stampa della Casa Bianca.