Milano, (TMNews) - Scultura del legno e ingegneria del suono: Come Antonio Stradivari, Mathias Menanteau fa nascere e rinascere grazie alla sua capacita violini, viole e violoncelli. Il giovane liutaio francese ha avviato a febbraio 2010 il suo atelier a Roma, nel rione Monti. Grazie a una formazione di altissimo livello e una consolidata esperienza maturata in giro per l Europa, Mathias Menanteau in poco tempo è diventato un punto di riferimento per collezionisti e musicisti di fama mondiale."Dopo gli studi in Inghilterra e in Germania sono riuscito nel mio obiettivo e sono venuto a studiare a Cremona che è la patria del violino, dove hanno lavorato Stradivari, Amati e Guarnieri e tutte le grandi dinastie di liutai. Poi ho aperto questo atelier nel rione Monti, è una scelta senza ritorno perchè questo ormai è il mio mondo" dice Mathias.Per costruire un violino le tecniche e gli arnesi utilizzati sono sostanzialmente gli stessi del 1700. Ci sono invece grandi innovazioni per quanto riguarda il restauro: le tecniche di diagnostica si avvalgono di strumenti presi in prestito dalla medicina. Per i tarli ad esempio si usano i raggi X, per l'analisi del filetto il microscopio e così via. Poi la manualità dell'uomo fa il resto.(immagini AFP)