Roma, 16 mag. (TMNews) - Nel cuore della capitale yemenita Sana'a si trova questa baraccopoli chiamata Al-Sunaina: un'umanità perseguitata dalla fame e dalle malattie in un paese dove mangiare è diventato un lusso per pochi. Umm Ahmed, madre di 4 figli, deve mantenere la famiglia con i pochi soldi che il marito, venditore ambulante, riesce a portare a casa dal mercato."Non abbiamo un reddito fisso, uno stipendio. Qualche volta non mangiamo per un giorno. Se mio marito si ammala non abbiamo niente".La storia di Umm Ahmed è solo una tra i tantissimi casi: "Noi combattiamo contro la morte ogni giorno", dice il padre di Fatima una bambina malata con scarse possibilità di essere curata.I numeri dell'Onu sono questi: il costo dei generi alimentari essenziali è raddoppiato. Quello dell'acqua quadruplicato. 10 Milioni di persone su 22 fanno fatica a mettere il cibo sul tavolo: 967mila bambini soffrono di "malnutrizione acuta". Più di un giovane su due non ha un lavoro. Qui un abitante su due vive con meno di due dollari al giorno.Secondo il professor Mohammed Al-Tamimi lo Yemen non è in grado di far fronte da solo alla disperata situazione. "C'è urgente bisogno di molto sostegno, non solo finanziario, ma anche politico e logistico".