Milano, 18 mar. (TMNews) - Un quartetto d'archi esegue brani tratti dalla colonna sonora di videogame, i pixel diventano tessere di mosaico, i giochi sembrano installazioni. E' "L'arte dei videogiochi" in scena a Washington, nelle sale dello Smithsonian American Art Museum. Non un'esposizione di giochi o una fiera, ma lo studio di come l'universo dei videogiochi possa interagire con diverse discipline artistiche, influenzando l'arte moderna. D'altronde ogni gioco è di base una narrazione, che si sviluppa grazie ad abilità artistiche prese in prestito da diversi ambiti: dal cinema al fumetto. Ne nasce nuova ispirazione per l'arte, ma anche per gli artisti che trovano nuove professioni; come Wes Johnson attore specializzato in voci dei personaggi dei videogiochi che qui mostra le sue doti.