Tel Aviv (TMNews) - Una voce libera per l'Iran. Da un piccolo studio in un quartiere fatiscente del sud Tel Aviv, un gruppo di iraniani-israeliani trasmettono in farsi musica e notizie non-stop, nel tentativo di raggiungere i loro connazionali. Radio Radisin si rivolge alla Comunità iraniana, sia all'interno di Israele, e all'estero - in particolare l'Iran - visto che può essere ascoltata online."Amo il popolo iraniano ed è per questo che voglio che sappiano la verità. I notiziari in Iran sono pieni di bugie. Qui in Israele riusciamo ad ottenere le vere notizie provenienti dell'Iran" spiega Amir Shay uno dei conduttori.Sui muri ci sono le bandiere sono israeliane ma il cuore è a Tehern. Il canale lanciato nel 2009 ha un successo crescente, ma la popolarità ha portato anche dei problemi."Siamo stati bloccati. Il nostro sito internet è stato violato e danneggiato. Non vogliono che le voci dei 35 presentatori vengano ascoltate. La maggior parte di loro sono volontari e quello che fanno è importante per il popolo iraniano" aggiunge il manager della radio.Si parla di tutto: ci sono programmi culturali e di politica, ma anche di cucina e musica.(immagini AFP)