Milano, (Tmnews) - Una grande penna per una firma storica. All'anagrafe di Milano, proprio sotto l'attestato di matrimonio di Alessandro Manzoni, sono stati inaugurati i registri delle unioni civili. I primi a iscriversi, Paolo Hutter, che vent'anni fa celebrò i matrimoni gay in piazza della Scala, e il compagno Paolo Oddi. "E' una manifestazione di volontà - hanno detto - Avremo un certificato che dovrebbe avere valore a livello sanitario, ad esempio, quando molte persone sono escluse". Quattordici coppie etero e quattro omosessuali iscritte nel primo giorno del registro. Carlo e Beatrice, hanno spiegato il perché di questa scelta: "Penso che sia utile - hanno detto - per gli altri capire qual è la nostra relazione in caso di necessità o bisogno. Così la nostra relazione è registrata all'anagafe". Un beneficio legale praticamente nullo, ma un alto valore simbolico. E comunque un riconoscimento di fatto delle coppie al di fuori del matrimonio, come spiega l'assessore milanese Daniela Benelli:"Credo - ha detto - che tutti possano cogliere il valore simbolico oltre che di riconoscimento di fatto di queste coppie che ha il registro e il fatto che uno dei comuni più importanti d'Italia abbia deciso di istituirlo".