Grecia (TMNews) - Indipendentemente da quella che sarà poi la città ospitante, le Olimpiadi moderne partono sempre da qui: l'antica città di Olimpia in Grecia dove si celebravano i giochi quadriennali in onore di Zeus. E così, mentre a Londra si fa il conto alla rovescia in attesa del più grande evento sportivo del mondo, nelle polverose vie della cittadina del Peloponneso i turisti possono vivere ancora il fascino intramontabile di una civiltà che, nonostante la crisi attuale di Atene, resta la vera culla dell'Occidente, per come lo conosciamo oggi. E se paragonare l'antico stadio alle modernissime strutture che ospitano le gare di Bolt e rivali può forse far sorridere, basta immaginare per un attimo gli eroici atleti greci dei tempi di Omero perché l'ironia ceda il passo alla vertigine della storia. Che a Olimpia si mostra soprattutto nelle monumentali vestigia del tempio di Era, in qualche modo un duplice monito sia sulla caducità anche delle più importanti civiltà umane, sia sulla loro fondamentale immortalità.