Catanzaro (TMNews) - "Non c'è centrosinistra se non c'è la bandiera dei diritti del mondo del lavoro, se non c'è l'idea che l'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro, e se non c'è la difesa con le unghie e con i denti dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori". Così Nichi Vendola, governatore della Puglia, da Catanzaro, dove ha presentato la lista elettorale di Sel per le prossime amministrative, è tornato sul tema del lavoro. "Forse occorre proprio cambiare musica, serve una svolta politica, economica e sociale di questo paese" ha detto Vendola che poi ha lanciato un monito. "L'Italia oggi ha di fronte a se un mix micidiale: disoccupazione di massa, recessione, crisi verticale della credibilità dei partiti e della democrazia. Nella storia europea questo mix ha prodotto il fascimo".L'Italia secondo il governatore della Puglia, "non crescerà neanche nei prossimi sei mesi e la situazione per i giovani e per le imprese è diventata insostenibile".