Bari (TMNews) - Commosso e sollevato, Nichi Vendola ha commentato l'assoluzione dall'accusa di concorso in abuso d'ufficio per la nomina di un primario dicendo che gli è stata "restituita l'innocenza". "Era in discussione il senso stesso della mia vita", ha aggiunto il presidente della Regione Puglia e leader di Sel.