Napoli (TMNews) - Le persone uccise dall'amianto sono vittime di una strage di Stato, legittimata dalla vigliaccheria delle istituzioni. E' la dura presa di posizione del leader di Sel, Nichi Vendola incontrando i familiari delle vittime dell'amianto a Bagnoli, ex quartier generale dell'Ilva, dell'Eternit. "Ci sono zone del paese in cui non si è ottenuto la verità quando l'amianto uccideva, oggi non si riesce a ottenere giustizia per quelli assassinato dall'amianto. E' una delle grandi schifezze italiane"Tante le persone che continuano ad ammalarsi per il contatto con l'amianto. "Io Ho un tumore ovarico, mio padre è morto di mesotelioma pleurico, mia sorella al seno"."Oggi muoiono le mogli degli operai quelle che lavavano le tute, e l'amianto, la cui pericolosità è stata a lungo nascosta oggi è certificato che uccide"."E' lo Stato che deve pagare. Ed è per questo lo Stato deve procedere con una legge ordinaria o speciale al risarcimento delle vittime" ha concluso Vendola.