Milano, (TMNews) - Ettore Gotti Tedeschi, l'ormai ex presidente dello Ior, non ci sta a passare per la gola profonda del Vaticano e promette querele a chi gli ha dato del corvo. Per il resto però non vuole commentare, almeno per ora, la sua sfiducia dalla presidenza della banca vaticana."Non commento niente, lascio che i giornali con le notizie fatte uscire dagli altri si commentino da soli, poi io lo farò al momento opportuno. Adesso no, la prego di capirlo".Il presidente Ettore Gotti Tedeschi è stato sfiduciato all'unanimità dal Consiglio di Sovrintendenza, appena prima che potesse presentare egli stesso le sue dimissioni. Il Consiglio ha giustificato la scelta parlando di "insoddisfacente gestione" ma dietro sembra ci sia il contrasto tra il banchiere e il Vaticano nato sull'applicazione della legge sulla trasparenza e il riciclaggio e sull'operazione San Raffaele.