Chamonix (TMNews) - La montagna torna a uccidere: una valanga sul Monte Maudit, terza vetta più alta del massiccio del Monte Bianco, ha infatti travolto un gruppo di alpinisti provenienti da diversi Paesi europei. Le vittime sono nove, e altrettanti sono i feriti. Sono invece vivi, secondo i soccorritori, i quattro alpinisti dispersi. L'incidente è avvenuto in Alta Savoia, lungo la linea di frontiera tra l'Italia e la Francia. A dare l'allarme uno degli stessi alpinisti travolti. Complessivamente la valanga ha coinvolto 28 persone, che erano impegnate in diverse cordate e si trovavano a un'altitudine di circa 4mila metri. Le vittime sono tre tedeschi, tre britannici, due spagnoli e uno svizzero. Le autorità locali hanno aperto un'inchiesta per appurare la dinamica dell'incidente. Quel che certo è che si tratta del più grave incidente di montagna degli ultimi anni, che riporta in primo piano tanto il tema della sicurezza quanto quello dei soccorsi.