Rio de Janeiro, (TMNews) - Usain Bolt alla conquista di Rio de Janeiro. Nella sua prima visita nella città che ospiterà le Olimpiadi del 2016, l'uomo più veloce del mondo ha visitato la statua di Cristo Redentore. Foto ricordo di rito, con la posa che lo ha reso celebre.Il giamaicano Usain Bolt, due volte campione olimpico sui 100 e 200 piani e nella staffetta 4x100, poi ha confermato la sua intenzione di ritirarsi dalle piste dell'atletica dopo le Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016, per lanciarsi nel mondo del calcio."Ho giocato a calco, adoro giocare a pallone, lo so, ho fatto diverse partite di beneficenza, ma è qualcosa che vorrei veramente provare; credo che dopo Rio me ne andrò in pensione e vedrò se sono capace di giocare a calcio... credo di sì", ha dichiarato Bolt nel corso di una conferenza stampa nella città che ospiterà i prossimi Giochi.Il giamaicano 26enne, tifoso del Manchester United, ha detto di non essere preoccupato per il fatto che festeggerà il suo 30esimo compleanno proprio l'ultimo giorno delle Olimpiadi di Rio."A 27 anni sei al massimo della tua forma, ma se lavori bene puoi continuare. Credo che se passerò tutto questo tempo senza allenarmi duramente e senza mettere troppa pressione sul mio corpo, posso gestire questi anni... La verità è che non sono preoccupato" ha detto il fulmine giamaicano.