Milano (TMNews) - Dieci anni dopo l'11 settembre negli Stati Uniti rinasce l'allarme sui controlli di sicurezza legati alle scuole di volo. Secondo un rapporto del governo, infatti, anche immigranti illegali riescono a frequentare lezioni di pilotaggio.Nel corso di un'audizione organizzata da una commissione d'inchiesta, un deputato repubblicano chiede seccamente a Stephen Lord, un alto funzionario del governo, se i controlli di sicurezza possono garantire che negli Stati Uniti non ci siano terroristi che si addestrano a volare. La risposta è sconcertante:"Attualmente, non siamo in grado di assicurarlo".11 anni dopo il devastante attentato a Manhattan, realizzato da dirottatori che avevano imparato a volare negli Stati Uniti per poi schiantarsi sulle Torri gemelle, stranieri e possessori di visti di entrata dovrebbero essere sottoposti a speciali controlli di sicurezza prima di essere autorizzati a seguire lezioni di volo. Ma un numero imprecisato dei 26mila brevettati negli ultimi 6 anni non sono mai stati esaminati. Lo sconcerto della commissione d'inchiesta è evidente:"Mi permetta di dire che tutto ciò è incredibilmente preoccupante".