Los Angeles (TMNews) - L'espressione, nella foto segnaletica, sembra bonaria, ma in realtà José Luis Saenz era uno dei 10 più ricercati d'America ed è stato catturato dall'Fbi nella notte di giovedì scorso, "da qualche parte in Messico", per usare l'espressione geografica scelta dalla Cnn per commentare l'arresto. Saenz, detto Joe, è un esponente di punta delle gang di Los Angeles e sul suo capo pendono accuse gravissime: omicidi plurimi, sequestri di persona e stupri. La carriera criminale di Saenz era iniziata nel 1998, con un doppio omicidio di membri di una gang rivale, era proseguito lo stesso anno con lo stupro e l'uccisione della sua ex, mentre nel 2008 sotto i suoi colpi era morto un altro latino. Sul capo di Saenz pesano poi i sospetti per altri efferati episodi di violenza.