Washington, (Tmnews) - Barack Obama è stato il primo a usare tutto il potenziale di Internet per vincere la sua campagna elettorale nel 2008. Oggi, anche i repubblicani sanno che i social network sono indispensabili per puntare a un posto al congresso degli Stati Uniti."Oggi, nessuno può affrontare una campagna senza essere presente sui social network", spiega il consulente dei repubblicani sui nuovi media Patrick Ruffini. "Un candidato deve parlare ai suoi supporter utilizzando i canali che questi frequentano".Ma trovare un'audience sui social network può non bastare. Paul Conway gestisce un sito web che raccoglie le priorità della generazione Twitter."Noi diciamo ai candidati dei due partiti che devono entrare nei dettagli dei loro programmi. Un video su you Tube può non bastare. I giovani vogliono sentirsi dire nel dettaglio come saranno risolti i loro problemi".Chris Perkins, candidato al Congresso degli Stati Uniti, è molto presente sui social network, ma non per questo rinuncia alla presenza vera, quella sul campo. "Secondo me è molto importante essere qui - ha detto - E' indispensabile ricordare a tutti che esisto in carne e ossa".Che siano sui social network o tra i cittadini i politici devono tenere in conto i risultati di un'inchiesta: un terzo degli elettori americani dotati di smartphone utilizza la rete per verificare l'attendibilità delle parole dei politici.(Immagini AFP)