Columbus (TMNews) - L'energia eolica infiamma, se mai ce ne fosse bisogno, la campagna elettorale per le presidenziali americane. A dividere ulteriormente Obama e Romney il tema del sostegno a chi investe nelle turbine a vento, pratica molto diffusa nello Stato dell'Iowa."Sfortunatamente - ha detto il presidente incontrando una famiglia di agricoltori - pensavamo di avere un consenso bipartisan sul sostegno all'eolico. Ma il mio rivale in queste elezioni dice di voler eliminare gli sgravi fiscali per l'energia eolica, perché ritiene che questa fonte di energia sia immaginaria e il suo vice la definisce un capriccio. Io credo che molte persone qui in Iowa non siano d'accordo: il loro buon lavoro non è né un capriccio, né tantomeno è immaginario".Il tema energetico, dunque, torna al centro del dibattito politico americano e si tinge, una volta di più, di elementi di radicale contrapposizione: Obama schierato per le nuove fonti energetiche, Romney impegnato a rilanciare l'industria del carbone e del petrolio americano. E le elezioni di novembre sembrano sempre di più il momento per una scelta di campo definitiva, che è probabile abbia conseguenze non solo negli Stati Uniti.