Tampa, (TMNews) - Le note di Ennio Morricone sulle immagini infuocate di "Il buono il brutto e il cattivo" di Sergio Leone fanno esplodere la platea dei delegati repubblicani a Tampa. Clint Eastwood, vibrante nei suoi 82 anni, si presenta a sorpresa per lanciare la corsa di Mitt Romney alla Casa Bianca. E lo fa mettendo in scena un dialogo col fantasma di Obama, sgombrando il campo da possibili equivoci di un sostegno ai democratici dopo lo spot per la Chrisler."Se avessi qui il presidente Barack Obama, gli farei due o tredomande" ha esordito Eastwood, iniziando un monologo degno del teatro dell'Assurdo."Ricordo tre anni e mezzo fa quando Obama vinse le elezioni e sebbene non fossi un grande sostenitore, seguivo la sua vittoria quella notte. Parlava della speranza e del cambiamento e ci diceva yes we can. Era buio, all'aperto ed era piacevole. E allora ho pensato questa fosse una grande cosa. Tutti piangevano, Oprah piangeva. Anch'io piangevo. Ma poi ho smesso di piangere quando ho visto che là fuori ci sono 23 milioni di nostri connazionali disoccupati"Poi a congedarsi dal pubblico dei repubblicani è l'ispettore Callagan con il suo celebre "Avanti, fatti ammazzare".