Milano (TMNews) - "La questione che fondamentale che si pone per il sistema universitario italiano è il rapporto con il mondo delle imprese, con il mondo produttivo, con il mondo del lavoro". Il professor Gianluca Vago, uno dei candidati alla poltrona di rettore dell'Università degli Studi di Milano, indica nell'apertura alla città e alle sue anime produttive uno dei punti chiave della propria visione."Noi abbiamo - aggiunge Vago - rapporti di ricerca e istituzionali con il mondo intero, con l'Europa e gli Stati Uniti e paradossalmente facciamo fatica a creare una rete di relazioni, una rete di sviluppo con il mondo che ci circonda immediatamente, in questo caso con il mondo del lavoro, delle professioni e delle imprese dell'area metropolitana". Sul tavolo anche il tema del rilancio dell'intero Paese. "Per noi - spiega il docente di Medicina - è vitale, ma credo che lo sia per l'intera società italiana, che l'università debba rappresentare un motore di rilancio e di sviluppo".E la ricetta del professor Vago prevede una maggiore apertura dei magnifici chiostri della Statale. "L'idea - conclude il candidato rettore - è che si debba uscire di qui, senza nessun timore, senza nessuna arroganza, ma con una disponibilità assoluta a lavorare sui progetti".