Siracusa, (TMNews) - I fiori, migliaia e colorati, tappezzano, come un arazzo, le vie barocche di Noto, un gioiello siciliano incastrato nell'altipiano che domina la valle dell'Asinaro. Come ogni anno, nella terza domenica del mese di maggio va in scena l'Infiorata, una tradizione degli inizi del 20esimo secolo, ma che risale al 1625, quando la Basilica di San Pietro a Roma venne infiorata per la prima volta. Stretta tra chiese e palazzi barocchi, via Nicolaci viene ricoperta di quadri floreali realizzati dai maestri infioratori di Noto, istituti d'arte e associazioni culturali. Uno spettacolo di primavera che incanta migliaia di visitatori e turisti:"Questi cosi sono da veri artisti, molto, molto belli""Ho approfittato con delle amiche che vengono dall'Australia e da Bristol di venire qui oggi a vedere questa meraviglia. Noi siciliani abbiamo un bel patrimonio da mostrare all'Italia e al mondo intero"."I fiori sono molto delicati, si è bellissima".