Genova, (TMNews) - Una frode da 100 milioni di euro. E' il danno accertato dalla Guardia di Finanza di Genova a carico di 400 comuni italiani, che avevano affidato a Tributi Italia Spa la riscossione delle proprie entrate.Quella che doveva essere, l'alternativa comunale ad Equitalia in realtà si è dimostrata una macchina per la truffa.In manette a Chiavari è finito Giuseppe Saggese, amministratore delegato della Tributi Italia spa, società concessionaria per la riscossione dei tributi in oltre 400 Comuni, insieme ad altre 4 persone finite agli arresti domiciliari. Secondo l'accusa la società avrebbe operato fino al 2010 riscuotendo imposte, mai versate ai comuni, per oltre cento milioni. Saggese, in particolare, avrebbe personalmente sottratto alla società circa 20 milioni.La procura ha anche disposto il sequestro per equivalente di otto milioni.