Genova (TMNews) - Il maxi sequestro di hashish effettuato nel porto di Genova risale all'agosto del 2010 ma la notizia è stata tenuta segreta fino all'arresto in Canada dei narcotrafficanti che facevano parte dell'organizzazione. Complessivamente le forze dell'ordine italiane e canadesi hanno sequestrato 43 tonnellate di droga come spiega il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Genova Antonino Maggiore. "Questo sequestro di enormi proporzioni e che credo non abbia eguali in territorio nazionale è stato tenuto segreto fino ad ora perchè è avvenuta l'operazione di arresto delle persone che avevano gestito questi traffici".I 7 mila panetti del peso di oltre un chilo erano ben nascosti. "Utilizzando delle confezioni alimentari di minestroni thailandesi e di caffè prodotto da un ditta italiana, e messi in sacchi di Juta con la scritta Made in Italy".Ingente il valore del sequestro. "Il giro di affari solo per quanto riguarda le 7 tonnellate sequestrate a Genova è quantificabile in oltre 20 milioni di euro".