Roma, (TMNews) - La Nuova Zelanda festeggia il ritorno in patria di 20 teste mummificate di Maori dopo quattro anni di braccio di ferro con la Francia. Le teste - risalenti a due secoli fa - erano infatti conservate nel museo di Quai Branly di Parigi. Il ritorno in patria è stato così festeggiato con una cerimonia a Wellington con musiche e canti tradizionali che hanno rievocato gli spiriti degli antenati. Le teste, completamente tatuate, hanno impresse nel volto disegni geometrici raffiguranti il grado del guerriero."Tu sei il respiro della vita, tu - nostro antenato", ha cantato Derek Lardelli, uno degli anziani dei Maori, durante la cerimonia. Fin dagli Anni Ottanta, la Nuova Zelanda ha iniziato una campagna per ritrovare le teste dei Maori, e rendere loro omaggio.