Tivoli (TMNews) - Si avvicina il Capodanno e si intensifica l'attività di prevenzione della Guardia di Finanza per evitare che fuochi d'artificio illegali, o comportamenti spregiudicati di commercianti e acquirenti, possano causare gravi incidenti con feriti e vittime.I finanziari del Comando provinciale di Roma hanno sequestrato oltre cinque tonnellate di fuochi d'artificio trovate in un deposito gestito da un cittadino cinese, a Bagni di Tivoli, nei pressi del centro abitato.Proprio in vista dell'aumento delle vendite per le prossime festività era stato stoccato nel magazzino un quantitativo di materiale esplodente eccedente il limite consentito dalla licenza di esercizio, e di gran lunga superiore al limite del buon senso.Tutti i fuochi d'artificio - che erano stati importati in Italia come merce di "libera vendita", sebbene contenessero polvere pirica in quantità piuttosto elevate - erano conservati vicino ad altra merce infiammabile, mettendo seriamente a rischio l'incolumità degli abitanti della zona.Il valore commerciale dei prodotti sequestrati è di circa un milione di euro.