Thailandia (TMNews) - Un'oasi di silenzio nel cuore del Sudest asiatico, celebre per le proprie megalopoli trasgressive, caotiche e in continua espansione. A Pathum in Thailandia la Giornata mondiale della Terra è stata celebrata da migliaia di persone che hanno scelto di contribuire alla salvezza del nostro pianeta ricorrendo alla meditazione. Un happening spirituale che parte dalla convinzione buddista che la meditazione sia la chiave per purificare la mente e che da questo processo interiore possa poi derivare una consapevolezza spirituale in grado anche di cambiare il nostro rapporto con l'ambiente. E così, davanti a questo mare di persone che provano ad abbandonare, almeno per un momento, gli affanni quotidiani, ecco che anche la cara vecchia Terra potrebbe riceverne beneficio.