Teheran (TMNews) - E' di almeno 250 morti e 2.000 feriti il bilancio, ancora provvisorio, delle due forti scosse di terremoto che hanno colpito la zona nord occidentale del'Iran. Secondo il Centro catastrofi naturali dell'Azerbaigian orientale, che ha diffuso la notizia, il numero delle vittime potrebbe aumentare.Intanto oggi i soccorsi iraniani hanno fatto sapere di aver completato le operazioni di sgombero delle macerie nei villaggi devastati dal sisma alla ricerca di vittime o superstiti. "Le operazioni di soccorso sono terminate. Non c'è più nessuno sotto le macerie", ha dichiarato un responsabile dell'unità di crisi del ministero dell'Interno."Circa 110 villaggi hanno subito dei danni e speriamo che il bilancio delle vittime non si aggravi".Inoltre dodici villaggi sarebbero stati completamente rasi al suolo dalle scosse che hanno colpito a soli dieci minuti di intervallo l'una dall'altra la regione montuosa di Varzeghan, una sessantina di chilometri a nord ovest di Tabriz. Da allora, più di 80 scosse di assestamento di minore entità hanno colpito la regione che conta più di 16mila "terremotati". La zona ha una popolazione di oltre 128mila persone, di cui la grande maggioranza vive in poco più di 500 villaggi.