Cavezzo, (TMNews) - Ruspe al lavoro a Cavezzo, quello che si può chiamare il paese della speranza: qui infatti una donna è stata estratta viva dalle macerie di un palazzo sbriciolato dopo ore di attesa. Il salvataggio intorno alle 21.30 del 29 maggio. Nella notte il lavoro delle ruspe non si è fermato per demolire i palazzi crollati dopo le scosse. Il giorno dopo il paese distrutto dalla violenza del terremoto si sveglia pieno di macerie.