Roma, (TMNews) - Riciclavano veicoli di grossa cilindrata, principalmente Suv, con destinazione Bielorussia, passando per la Lituania. Ma la Polizia stradale di Palmanova e Trieste ha fermato la loro corsa. E' stata così sgominata l'organizzazione criminale e 12 persone sono finite in manette, mentre 33 risultano indagate. Tutti nel giro delinquenziale di Roma, Foggia, Pescara, Modena e Brescia.I procacciatori dei veicoli, facendo leva sulle precarie condizioni economiche dei locatari dei mezzi, acquistavano i veicoli a un prezzo conveniente, li esportavano e successivamente ne facevano denunciare il furto ai legittimi possessori.La Polizia ha anche accertato la falsificazione dei certificati di proprietà e dell'atto di vendita necessaria per l'importazione in Bielorussia, che venivano riprodotti su moduli rubati in bianco presso un'agenzia di pratiche auto di Roma. Durante l'operazione sono state effettuate 16 perquisizioni e sequestrati 11 veicoli per un valore di 440mila euro.