Sudafrica, (TMNews) - L'energia che viene dal Sole per far entrare un gruppo di ragazzi africani in un mondo finora sconosciuto: l'informatica. È il progetto realizzato a Qunu, in Sudafrica, il villaggio dove nacque Nelson Mandela: un'unità attrezzata dalla Samsung per alimentare con il fotovoltaico una classe scolastica, computer compresi. Per Abubele Mbekela è un sogno che si realizza: ogni giorno camminava tre chilometri per andare a scuola. "Imparare a usare un laptop, per me era come sognare" dice. Povero e isolato, questo villaggio, attraverso una struttura che costa 98mila dollari, è entrato nel mondo della tecnologia, grazie a un programma scolastico apposito. "Le persone non si rendono conto delle difficoltà logistiche di portare i libri di testo o Internet nelle aree rurali" spiega Thierry Boulanger, IT Solutions Director di Samsung Africa. Secondo i calcoli del gruppo sudcorerano costa molto meno allestire una struttura del genere che costruire una scuola di mattoni: una soluzione perfetta per i 500 milioni di africani che non hanno accesso all'elettricità. Gli insegnanti sono entusiasti: "Mi auguro che si sviluppi più velocemente possibile e che le classi raddoppino" dice un professore. Un progetto riuscito, che dovrà però adattarsi a una realtà complessa: il futuro dipende da quanto le strutture statali lo sosterranno.