Sudafrica (TMNews) - L'African National Congress sta minacciando la democrazia in Sud Africa così duramente conquistata quasi 20 anni fa dal suo leader Nelson Mandela. E' questa l'accusa lanciata esponenti dell'opposizione che denunciano diverse azioni illecite da parte del partito di governo nei comuni dove ha perso la maggioranza. Protetto da un blindato della polizia, Memory Booysen, sindaco di una piccola cittadina parla dopo aver indossato il giubbotto anti proiettile:"La mia famiglia è presa di mira, il mio ufficio è stato bombardato ed anche i miei colleghi hanno ricevuto minacce di morte ed io ho una protezione ravvicinata".Siamo a Bitu, località di mare con una spiaggia meta del turismo locale. A poche chilometri però, nella Township, molti vivono nelle baracche. Ed qui che l'anno scorso l'African National Congress, ha perso la maggioranza al consiglio comunale. Il sindaco ora è di Alleanza Democratica ed è convinto che l'Anc stia usando metodi visti ai tempi dell'Apartheid: come una campagna di disobbedienza civile per rendere ingovernabili le città."Ancora con questa propaganda. Non ho mai detto che renderemo ingovernabile il comune", è la replica del segretario regionale del Anc.Ma oltre al litigio della due coalizioni resta la realta di una popolazione che vive - in gran parte - in condizioni di estrema povertà a distanza di 18 anni dalla fine della segregazione razziale.