Palermo, (TMNews) - "Molto spesso le lentezze, i ritardi nella concessione dei fondi dipendono dai ritardi nelle comunicazioni. Una settimana per parlarsi, un'altra settimana per scoprire che ci si era malintesi. La cooperazione rafforzata significa avvicinare la comunicazione".Il ministro della Coesione territoriale, Fabrizio Barca, in trasferta a Palermo, annuncia l'invio di una task force governativa nella regione per monitorare l'impiego dei fondi europei e rafforzare i rapporti tra governo centrale e periferico. L'annuncio è arrivato al termine dell'incontro con il presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo."Gli enti controllati dallo Stato hanno dimostrato di essere bravini, non bravissimi. Sono stati migliori di altri, il tasso di realizzazione delle opere di questa Regione, che compete a quegli enti, è intorno al 22% della spesa contro una media del 12%. Però a noi non basta, perché vogliamo che vadano benissimo. Per questo, d'intesa con il governo, stringeremo un contratto più stretto, che di maggiori garanzie di realizzazione di quelle importanti scommesse su cui la Regione ha puntato".Il ministro ha riconosciuto che ora il governo deve occuparsidi migliorare la qualità dei servizi, dalla scuola, alla mobilità, all'assistenza agli anziani.