Washington (TMNews) - L'America è sotto choc per la strage nella scuola elementare di Newtown, nel Connecticut. 27 morti, compreso il killer, 20 dei quali sono bambini. Il presidente Obama si è commosso per loro davanti alla stampa. "La maggior parte delle vittime - ha detto il presidente - erano bambini, meravigliosi piccoli bambini tra i cinque e i dieci anni...Avevano tutta la vita davanti: compleanni, lauree, matrimoni, i loro stessi figli..." Obama ha ricordato le altre tragedie di questo tipo che periodicamente sconvolgono gli Stati Uniti, Paese dove il tema delle armi è da anni sotto i riflettori, ma che, finora, non è stato risolto."Dobbiamo muoverci insieme - ha detto il presidente - e prendere misure sensate per evitare che si ripetano tragedie come questa, senza più giochi politici".