Stati Uniti, (TMNews) - Musica per allietare i lunghi giorni trascorsi in carcere. È la sperimentazione avviata dallo Us Bureau of Prisons, agenzia del ministero della Giustizia, in una prigione femminile in West Virginia: concedere alle detenute di ascoltare musica sull'iPod o un qualsiasi lettore Mp3. Se il progetto funzionerà, potrebbe essere esteso ai circa 200mila detenuti negli Stati Uniti, che potranno scegliere tra milioni di canzoni approvate. Banditi i brani volgari, o a sfondo razzista. La musica, spiega l'agenzia, aiuterà i carcerati a combattere noia, pigrizia e stress. L'idea ha già degli oppositori: un senatore dell'Iowa teme che i lettori mp3 diventino oggetto di scambio dentro il carcere.