Aleppo, (TMNews) - Si sono promessi amore eterno circondati da ribelli armati e col rumore dei bombardamenti in sottofondo. Il caos della guerra civile in Siria non ha impedito a Abou Khaled e Hanan di innamorarsi: lui cecchino dell'esercito libero siriano, lei infermiera, entrambi 20enni, si sono innamorati in un soffio e sposati in una notte in cui hanno dimenticato la guerra per dirsi sì."L'ho incontrata per la prima volta alla scuola di Quneitra, che era diventato un centro di pronto soccorso - racconta Abou - Al primo sguardo mi sono innamorato di lei. Poi mi hanno sparato ad una gamba e lei mi ha curato le ferite ogni giorno. Più passa il tempo, più la conosco, più la amo"."Quando ci siamo incontrati è successo davvero qualcosa di speciale - spiega Hanan - Questo si è rinforzato quando mio fratello è morto".La festa di nozze è stata organizzata dai ribelli, compagni d'armi dello sposo."Nessuno può fermare la vita - dice uno di loro - Nessuno può fermare le persone. Nessuno può fermare chi va con Dio".(Immagini Afp)