Madrid, (TMNews) - Suona come un "mea culpa" a nome di chi per molto tempo ha permesso che si potesse vivere a debito, il discorso del premier spagnolo Mariano Rajoy in occasione di una conferenza stampa per il bilancio dei suoi sette mesi di governo. "Il maggiore problema della nostra economia - ha ammesso - è quello che dobbiamo", oltre 900 miliardi di euro di debito."La nostra maggiore preoccupazione è la situazione che stanno vivendo oltre 5 milioni e mezzo di spagnoli che vorrebbero lavorare ma non riescono a trovare un posto, e sono soprattuto giovani. Ci preoccupano le molte famiglie che faticano a vivere i problemi delle imprese molte delle quali costrette a chiudere negli ultimi tempi"."Allo stesso modo ci preoccupa la mancata crescita economica associata alla assenza di lavoro e il conseguente calo delle entrate pubbliche".