Sochi (Russia) - Probabilmente voleva convincere più se stessa, che il mondo intero. La Russia ha spento il braciere dell'Olimpiade di Sochi 2014 da Paese leader, e non solo per medaglie e ori. La cerimonia di chiusura sembrava l'apoteosi di una potenza, che ha realizzato davvero l'impossibile spendendo una cifra record per portare i Giochi invernali sul mar Nero. Secondo il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il bilancio resta in positivo: "Organizzazione eccellente. Impianti strepitosi. Trasporti 10 e lode".Un investimento folle, dice Malagò, che c'netra poco con la manifestazione olimpica ma più con la creazione di una nuova stazione turistica a Sochi. "Un po' di anima mancava"