Cosenza (TMNews) - A una settimana dal terremoto che ha colpito la regione del Pollino, i cittadini di Mormanno chiedono con forza lo stato di calamità. E per questo hanno istituito un comitato, come spiega una delle promotrici, Barbara Bruno. "Questo atto è indispensabile per poter accedere a una serie di finanziamenti, ma questo non significa che la popolazione ha intenzione di piangersi addosso e di aspettare l'aiuto dello Stato per riprendere la propria vita. Il nostro terremoto non è stato così clamoroso come altri terremoti che hanno colpito la nostra penisola, ma questo non significa che non abbiamo diritto all'attenzione dello Stato".Teresa Maradei, invece, fa il punto sulla raccolta delle firme, che non coinvolge solo il comune di Mormanno. "Dopo solo un giorno dall'inizio della raccolta siamo arrivati a quasi 800 firme, la cittadinanza di Mormanno sta partecipando attivamente. E ci hanno chiesto di poter firmare anche i comuni limitrofi".