Damasco (TMNews) - Mentre si attende la visita del segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon a Pechino per affrontare la questione siriana, il regime di Assad ha ripreso a colpire le città ribelli. Ma l'opposizione, un avolta di più, è scesa in piazza: migliaia di manifestanti hanno sfilato nella città di Tamanaa."Questa - spiega un uomo - è una manifestazione contro il governo, per la sua crudeltà verso il proprio popolo". "Nella storia - aggiunge il manifestante - non si è mai visto un presidente che uccide la sua gente coma Bashar Assad. Noi preghiamo Dio perché uccida lui".