Damasco (TMNews) - La guerra civile in Siria non accenna a diminuire di intensità. Le forze dell'Esercito Libero siriano, che combatte il regime di Assad e le sue truppe regolari, sono arrivate alle porte della base militare di Wadi Daif e hanno annunciato di aver abbattuto un elicottero dell'esercito di Damasco.Nonostante gli annunci dei ribelli, comunque, le sorti del conflitto sono tutt'altro che definite e l'aviazione sta bombardando pesantemente tutta la zona di Maaret al-Numan, città chiave che al momento è nelle mani dell'Esercito libero. Intanto, per provare a dare una svolta alla situazione, nelle prossime ore è atteso in Siria l'inviato di Onu e Lega araba Lakhdar Brahimi, che ha già lanciato, con scarso successo finora, un appello per una tregua. E la comunità internazionale, bloccata dai veti incrociati nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, continua a tergiversare.